Da un'indagine storico urbanistica della città di Palermo sappiamo che il contesto geografico su cui sorgeva la città un tempo si presentava come un’ampia pianura, la Conca d’Oro, attraversata da fiumi e protetta dal promontorio del monte Pellegrino.

Nei secoli Palermo subì diverse colonizzazioni che lasciarono traccia nell’impianto urbanistico, ne risultano una grande varietà di stili che caratterizzano il centro storico della città, rendendolo un luogo avulso rispetto alla cosiddetta Palermo Nuova, risultato dell’espansione del secondo novecento.

L’attenzione è rivolta alla zona centro-settentrionale della città, che fa parte dell’VIII circoscrizione, edificata tra ‘800 e ‘900 dove furono costruite numerose ville.

Oggi diverse aree verdi della città sono state riqualificate e ampliate, tra queste  c’è lo spazio conosciuto come Verde Terrasi, dall'originaria famiglia di proprietari. Un'area compresa nel quadrilatero via Lazio, via Empedocle Restivo, via Brigata Verona e  viale Campania, miracolosamente scampato al "sacco di Palermo" degli anni 70'.  E' un bene dedicato dall’amministrazione di Palermo alla memoria del magistrato Gaetano Costa, ucciso nel 1980.