La Biblioteca del Museo Internazionale delle Marionette Antonio Pasqualino è intitolata a Giuseppe Leggio , insigne figura di studioso e drammaturgo: scrisse e tradusse in molte lingue; fu un abile divulgatore, capace di un linguaggio semplice, comprensibile ad ogni genere di lettore.

Scrisse e pubblicò 38 opere, solo 15 delle quali ritrovate complete. Nella bibliografia firmata dal figlio Antonino, si racconta della passione precoce di Giuseppe Leggio per "le storie dell'epoca cavalleresca": era capace di ripeterle "parola per parola ai compagni e agli amici" e di schizzare "paladini con carbone". La sua attività di ricerca toccò alcune tra le maggiori biblioteche italiane, francesi e spagnole. Ricercò le origini delle leggende, studiò "tutte le opere cavalleresche del Quattrocento e del Cinquecento, in rima e in prosa". In un monastero romano, ritrovò una "Storia dei Reali di Francia" e la riscrisse in modo diverso, nello stile: e la storia venne accolta con favore dal popolo. Purtroppo non se ne conserva alcuna copia e Antonino Leggio scrive:"io l'ho ricostruita da appunti a dalla memoria dei vecchi pupara miei amici ".

 

Nel 2006 la Biblioteca è struttura cooperante del Polo SBN della Biblioteca Comunale di Palermo.