La Biblioteca Comunale di Palermo in "Casa Professa" è stata individuata come sede depositaria per la Provincia di Palermo. Gli editori che hanno sede nella città di Palermo e nella sua provincia sono obbligati a depositare una copia di tutto il materiale che producono, secondo la normativa vigente di seguito esposta:

  • norme relative al deposito legale dei documenti di interesse culturale destinati all'uso pubblico, Legge n. 106 del 15 aprile 2004;
  • regolamento recante norme in materia di deposito legale dei documenti di interesse culturale destinati all'uso pubblico, DPR n. 252 del 3 maggio 2006;
  • elenco degli istituti depositari dei documenti della produzione editoriale regionale, DM 28/12/2007 del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 38 del 14/02/2008.

I soggetti obbligati a depositare copia di tutto il materiale che producono, possono attenersi a quanto scritto su questa pagina e consultare la normativa vigente riportata in basso.

 

Per ulteriori chiarimenti ed informazioni rivolgersi alla dott.ssa Rosa Maria Sala (m.sala@comune.palermo.it tel. 091 - 7407952), referente del Gruppo di lavoro Accessioni e Responsabile di questo procedimento. 

Soggetti obbligati al deposito legale

  • l'editore o comunque il responsabile della pubblicazione, sia persona fisica che giuridica;
  • il tipografo, ove manchi l'editore (vedi legge n. 106/2004, art. 3).

Documenti destinati al deposito legale

  • libri; 
  • opuscoli;
  • pubblicazioni periodiche;
  • carte geografiche e topografiche;
  • atlanti;
  • manifesti;
  • musica a stampa;
  • documenti per essere fruibili da parte di soggetti disabili;
  • documenti sonori e video, i film, i soggetti, i trattamenti e le sceneggiature;
  • documenti fotografici e i video d'artista che siano accompagnati, nella loro ordinaria modalità di diffusione al pubblico, dai documenti di cui al comma 4 dell'art. 6 - DPR 252/2006.

I documenti destinati al deposito legale sono quelli prodotti totalmente o parzialmente in Italia, offerti in vendita o altrimenti distribuiti e comunque non diffusi in ambito esclusivamente privato (L. n. 106/2004 art. 1 comma 3).

Modalità di consegna

  • i documenti vanno inviati in quattro copie (una alla Biblioteca Centrale di Roma, una alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, una alla Biblioteca Regionale siciliana e l'altra alla Biblioteca della Provincia di appartenenza), la Biblioteca Comunale di Palermo in Casa Professa è l'istituto depositario della quarta copia per la provincia di Palermo. Su ciascuna copia va apposta la scritta: "esemplare fuori commercio per il deposito legale agli effetti della legge 15 aprile 2004, n. 106" e gli elementi identificativi sopra indicati;
  • i documenti devono essere racchiusi in plichi recanti all'esterno la dicitura : "esemplari fuori commercio per il deposito legale agli effetti della legge 15 aprile 2004, n. 106", nonché nome ovvero denominazione o ragione sociale e domicilio o sede legale del soggetto obbligato al deposito (vedi art. 7 del DPR 252/2006);
  • all'interno di ogni plico deve essere inserito, in due copie, l'elenco dei documenti inviati (a fianco nella sezione Modulistica scaricare il modulo Elenco deposito legale), accompagnato dalle generalità del soggetto obbligato da inserire nella prima pagina del modello;
  • l'elenco deve riportare per ciascun documento, gli elementi identificativi necessari alla sua individuazione (vedi art. 7 del DPR 252/2006);
  • la Biblioteca, dopo aver effettuato il controllo sul contenuto del plico, se non ha riscontrato irregolarità, restituisce, opportunamente vidimata, una delle copie dell'elenco inviato. Tale copia costituisce ricevuta e dovrà essere conservata dal soggetto interessato come prova dell'avvenuta consegna (vedi art. 7 del DPR 252/2006);
  • ove venga utilizzato il servizio pubblico postale, l'obbligo di deposito legale si intende assolto mediante la consegna ai relativi uffici del plico contenente i documenti oggetto di deposito legale e dell'elenco in due copie dei documenti inviati (vedi comma 6, art. 7 del DPR 252/2006);la
  • consegna dei documenti, effettuata direttamente o tramite corriere, potrà avvenire dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 13,00.

Esonero totale

estratti, bozze di stampa, registri e modulistica, elenchi di protesti cambiari e documenti assimilabili, mappe catastali, materiale di ordinaria e minuta pubblicità per il commercio, nonché le ristampe inalterate (vedi art. 8 del DPR 252/2006).

Esonero parziale

deve essere consegnata una sola copia per le opere che abbiano una tiratura limitata non superiore ai 200 esemplari o un valore commerciale non inferiore a 15.000,00 euro per ciascun esemplare (vedi art. 9 del DPR 252/2006).

Particolari categorie di documenti stampati e speciali criteri e modalità di deposito

in deroga a quanto stabilito dagli artt. 6 e 7 del DPR 252/2006, la consegna dei manifesti, dei giornali quotidiani e dei periodici settimanali, quindicinali e mensili può essere effettuata in forma cumulativa, secondo scadenze da concordarsi con gli istituti depositari.

Link:

Leggi anche: Direzione Generale per le Biblioteche, gli Istituti Culturali e il Diritto d'Autore

Documenti:

Modello per il deposito legale
Legge n. 106 del 15 aprile 2004
DPR n. 252 del 3 maggio 2006
DM 28/12/2007 del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali