Eventi

Galleria d’Arte Moderna, Palermo,  17/02/2007  - 05/05/2007  h. 11:00  - 11:00
IL LIBRO D'ARABESCHI Disegni ritrovati di un collezionista del Seicento: il codice Resta della Biblioteca Comunale di Palermo.

18 febbraio – 06 maggio 2007
Galleria d’Arte Moderna, Palermo

Centoventi disegni inediti del Cinquecento e del Seicento: progetti per decorazioni di soffitti a grottesche, studi dall'antico attribuiti ad allievi di Raffaello, studi architettonici e di oreficerie. La straordinaria esposizione del Codice Resta ritrovato circa dieci anni fa nei ricchi fondi manoscritti della Biblioteca Comunale di Palermo.
Dopo il suo rinvenimento, grazie alle ricerche di Vincenzo Abbate, direttore della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis e attento studioso del collezionismo seicentesco, il volume è stato sottoposto ad un eccezionale intervento presso il Laboratorio di restauro di opere d’arte su carta dell’Istituto Nazionale per la Grafica di Roma: i disegni, staccati dal volume, sono stati restaurati e verranno in seguito risistemati nella loro originaria collocazione, per non disperdere la preziosa traccia della provenienza. È stato così possibile evidenziare singolarmente i fogli, e rendere fattibile l’esposizione di una selezione di oltre 120 raffinatissimi disegni, opere collezionate da Resta con l'ambizioso progetto di “ricostruire l’evoluzione del decoro in Italia dalla fine del Quattrocento sino ai suoi tempi, nelle molteplici applicazioni, dall’ornato architettonico all’oreficeria, con una attenzione particolare alla fortuna della grottesca nell’arte romana del Cinquecento”.Parallelamente al restauro, Simonetta Prosperi Valenti Rodinò, docente dell'Università di Roma Tor Vergata, nota studiosa del disegno italiano del Cinque, Sei e Settecento, ha approfondito tutti gli aspetti scientifici giungendo alla conclusione che il volume ritrovato a Palermo è il più significativo arricchimento recente alla storia del collezionismo di grafica del Seicento in Italia.
Campodivolo ha prodotto e realizzato la mostra, che è stata curata da Simonetta Prosperi Valenti Rodinò  e promossa dall'Assessorato alla Cultura della Città di Palermo in collaborazione con l'Isituto Nazionale della Grafica.
In contemporanea con l’esposizione di Palermo Silvana Editoriale pubblica un prestigioso volume di 356 pagine con la riproduzione di tutti i disegni dal titolo I disegni del Codice Resta di Palermo. Contiene saggi di Simonetta Prosperi Valenti Rodinò, Vincenzo Abbate e Filippo Guttuso nonché contributi di Marzia Faietti, Fabio Fiorani, Arnold Nesselrath, Cristina Riebesell, Richard Tuttle.