Zummo (o Zumbo), Gaetano Giulio
Immagine opera

Zummo (o Zumbo), Gaetano Giulio

Nato a Siracusa nel 1636
Morto a Parigi nel 1701

Biografia

ABATE, PLASTICATORE IN CERA

Sono poche e frammentarie le notizie riguardanti questo artista siciliano. Prese il cognome Zummo dalla madre, che mutò in Zumbo quando si stabilì in Francia. Studiò presso i Gesuiti e ottenne il titolo di abate. Artista eccezionale, lavorò alla corte del Granduca di Toscana. È stato il ceroplasta siciliano più famoso del XVII secolo. I suoi soggetti riguardavano per lo più gli aspetti legati alla morte, alla malattia e alla putrefazione dei corpi, ma non mancano attestazioni della sua attività di presepista. La fama del ceroplasta giunse persino a Parigi dove il 25 maggio 1701 fu invitato a mostrare una sua testa anatomica all'Académie Royale des Sciences. La testa anatomica fu acquistata subito (oggi al Museo nazionale di storia naturale di Francia a Parigi).

 

Opere

  • - Testa anatomica di vecchio
  • - Trionfo del tempo, Museo della Specola, Firenze
  • - Vanità della gloria umana, Museo della Specola, Firenze
  • - La peste, Museo della Specola, Firenze
  • - Morbo gallico, Museo della Specola, Firenze
  • - Testa anatomica maschile, Museo della Specola, Firenze
  • - Cristo deposto
  • - Natività
  • - Il tempo e la morte
  • - Anima del purgatorio
  • - Anima dannata
  • - San Francesco
  • - Ritratto di vecchio
  • - Ritratto di vecchio morente
  • - Figura maschile in decomposizione
  • - Ecce Homo
  • - San Girolamo
  • - San Girolamo penitente
  • - Sacra Famiglia
  • - La peste


Bibliografia

 

  • - Confederazione fascista dei professionisti e degli artisti. “Dizionario dei siciliani illustri”. Palermo: F. Ciuni, 1939.
  • - Nino Muccioli, Personaggi di Sicilia. Profili storici, Palermo, Ila Palma, 1997;
  • - Santo Policastro, Grandi ed Illustri Siciliani del Passato, dal VII secolo a.C. al 1968 d. C., Catania, 1968.

 

Scheda biografica curata dalle dott.sse Felice Patrizia D’Amico e Silvana Arnone