Spedalieri, Arcangelo
Immagine opera

Spedalieri, Arcangelo

Vissuto nel 1779 - 1823
Nato a Bronte
Morto a Alcamo

Biografia

Fisiologo e anatomico. Nato a Bronte nel 1779 e morto ad Alcamo il 6 maggio 1823. Fu allievo prediletto del Cotugno e si perfezionò sia a Pavia e a Bologna, dove insegnò, fu professore aggiunto all’ Istituto di Clinica sotto la direzione del Professore Testa. Infine, trovandosi a sostituire il Professore Mareschi alla cattedra di anatomia umana , arricchì il Gabinetto di Scienze Naturali, di varie collezioni tra cui, magnifica fù quella relativa ad esemplari di cervi. Compì, al fine di approfondire i suoi studi, ma anche per arricchire ulteriormente di reperti il laboratorio, diversi viaggi come quello che lo portò in Svizzera , dove si procurò crani di “idioti”, per studiarne dal punto di vista anatomico, questo tipo di deformazione. Trasferitosi a Palermo, divenne direttore della clinica medica. Un colpo apoplettico ne causò la morte, lasciando purtroppo incompleto un suo trattato che gli era costato ben 15 anni di ricerca.

OPERE CONSULTATE :

- Confederazione fascista dei professionisti e degli artisti. “Dizionario dei siciliani illustri”. Palermo : F. Ciuni, 1939. Coll.: XI – A – 13.

 

Scheda biografica curata dalla dott.ssa Concetta Di Benedetto