Magro, Nunzio
Immagine opera

Magro, Nunzio

Nato a Agrigento
Morto il 24-08-1704 a Agrigento

Biografia

Magro Nunzio. Pittore e sacerdote. Nacque ad Agrigento, (alcune fonti indicano come luogo di nascita, Racalmuto), nell’ anno 1627 e muore ad Agrigento il 24 agosto 1704. Compie gli studi in seminario sino al 1644. Agostino Gallo e Fedele da S.Biagio lo vogliono allievo di Pietro Novelli. Infatti, certo è un suo soggiorno a Palermo dal 1644 al 1647, periodo in cui avrà frequentato lo studio del maestro. Sempre nell’ anno 1647, viene ordinato sacerdote, nomina che gli consentì di eseguire molte opere nelle chiese agrigentine e di ottenere per via di questo impegno, la nomina di canonico della Cattedrale. Alcuni dei suoi lavori si trovano proprio nella Cattedrale agrigentina, e tra questi, un S.Antonio che il Magro donò per mostrare la sua gratitudine per la nomina a canonico. Vi si trovano anche la Madonna con il Rosario, la Madonna col Bambino circondata da S.Anna, S.Liborio , S. Biagio e S. Luca, i Santi Cosma e Damiano. Ed ancora: la Cena di Emmaus, la Negazione di San Pietro, San Tommaso incredulo e Giuditta e Oloferne. Altri suoi quadri si trovano in altre chiese agrigentine ma anche a Palermo. Agostino Gallo, sostiene, sagacemente, che la qualità delle opere di Magro non è mai la stessa, poiché è proporzionata alla paga conenuta con il committente. I critici hanno stabilito un suo linguaggio di tipo naturalistico ed una sua ispirazione ad autori come il Battistello e lo Stomer, in particolare: Cena di Emmaus, Incredulità di San Tommaso, Negazione di Pietro e Decollazione del Battista, ove tratta anche temi caravaggeschi.
Suoi riferimenti sono ovviamente anche al suo maestro Novelli, ed è influenzato anche dalla scuola pittorica napoletana e fiamminga a lui coeve.

Fonti bibliografiche

Sarullo Luigi : Dizionario degli artisti siciliani . Novecento , Palermo 1993. Coll.; XLVI F 609 II volume.

 

Scheda biografica curata dalla dott.ssa Concetta Di Benedetto