Jerico, Onofrio
Immagine opera

Jerico, Onofrio

Vissuto nel XVIII secolo d.C.
Nato a Palermo

Biografia

Poeta dialettale palermitano, fiorito nella seconda metà nel secolo XVIII. Dallo stesso Jerico si apprende , di essere stato il primo a cantare in dialetto nelle accademie settecentesche siciliane, e tale innovazione sembra debbano attribuirsi le non poche lodi tributategli dai suoi contemporanei. Da Agostino Gallo sappiamo che è l’ autore di un poema scritto in onore di Francesco Borbone e di Maria Clementina d’ Austria. Scrisse ottave amorose , morali e religiose, ma è degno di menzione soprattutto per le rime satirico burlesche, che sferzano i luoghi comuni e le debolezze del e i luoghi comuni del suo tempo, e per l’ appassionata difesa del dialetto contro le affettazioni e le leziosaggini accademiche imitatrici di atteggiamenti e mode stranieri. Le sue poesie sono tuttora inedite. Nella Biblioteca Comunale di Palermo , si trova un manoscritto che raccoglie numerosi componimenti poetici.

OPERE CONSULTATE:

- Reitano Silvia “Onofrio Jerico” in “La poesia in Sicilia nel sec. XVIII”, Palermo 1920, p. 270 e seg. Coll:; XI D 216
- Scinà Domenico “Prospetto della storia letteraria di Sicilia nel secolo XVIII”, vol. III, Palermo 1859, p. 234. Coll.; XLVI. F. 301, n. 7, I, II, III.
“Personaggi di provincia: le figure illustri degli 82 comuni del territorio palermitano. Palermo: Provincia regionale di Palermo, 2000. Coll.; 4 AF 38

OPERE POSSEDUTE:

“Poesie Siciliane” Onofrio Serico da Palermo. Manoscritti autografici della fine del Sec. XVIII o dei Primordi del sec. XIX , vol. II . Coll.; 4 Qq B 6

 

Scheda biografica curata dalla dott.ssa Concetta Di Benedetto