Filangeri, Serafino
Immagine opera

Filangeri, Serafino

Vissuto nel XVIII secolo d.C.
Nato il 24-04-1713 a Lapio (Avellino)
Morto il 02-04-1782 a Napoli

Biografia

ARCIVESCOVO

Con il nome di Riccardo nacque in un paesino della provincia di Avellino. Nel 1732 entrò a far parte dell’Ordine di San Benedetto nel Monastero dei Santi Severino e Sossio a Napoli assumendo il nome di Serafino. Fu ordinato sacerdote nel 1736. Nel 1758 fu nominato arcivescovo di Matera. Nel giugno 1762 divenne arcivescovo di Palermo e si distinse particolarmente durante la carestia. Per questo motivo re Ferdinando lo nominò, nel dicembre 1770, cavaliere e gran cancelliere dell’ordine di San Gennaro. Dopo l’insurrezione di Palermo del 1773, che portò alla cacciata del Vicerè Giovanni Fogliani Aragona, il 21 settembre il Sacro consiglio lo nominò governatore interino e il suo compito fu quello di tassare le classi più abbienti. Dal 1774 al 1775 fu presidente del Regno di Sicilia. Nel 1776 fu nominato arcivescovo di Napoli, ma non cardinale: Papa Pio VI, infatti, non lo amava per la sua particolare disinvoltura, ma di fronte alle pressanti richieste del Re per evitare una rottura diplomatica, gli concesse la sede, ma senza la porpora. Nel 1777 re Ferdinando I di Borbone lo nominò cavaliere di Gran Croce dell’Ordine di Costantino di San Giorgio.

 

Bibliografia 

  • - Placido Arena – Primo, Storia civile di Messina: colle relazioni della storia generale di Sicilia, Palermo, 1841

  

Scheda biografica curata dalle dott.sse Felice Patrizia D’Amico e Silvana Arnone